Al via il “Progetto Scampia”

 

un’iniziativa tra sport e legalità.

Questa mattina nella caserma “Boscariello” di Napoli sono iniziati i lavori di demolizione di alcune vecchie strutture che faranno posto a un centro sportivo polivalente aperto alla comunità locale.

Il “progetto Scampia” è stato presentato dall'amministratore delegato di Difesa Servizi S.p.A., Fausto Recchia nel corso di un’iniziativa a cui hanno partecipato il Ministro per lo Sport Luca Lotti, il Sottosegretario di Stato alla Difesa Gioacchino Alfano, il presidente del CONI, Giovanni Malagò e il direttore dell'Agenzia del Demanio Roberto Reggi.

L’avvio del cantiere per la realizzazione di un presidio di legalità rientra in una più ampia operazione di valorizzazione e riqualificazione dell’area che, inoltre, prevede anche la realizzazione del nuovo polo della Polizia di Stato per la ricollocazione di uffici e reparti attualmente presenti a Napoli.

Il centro sportivo si estenderà su una superficie di 15.310 metri quadri, su cui sorgeranno una palestra per le arti marziali con una tribuna per il pubblico da 153 posti a sedere e una palestra polivalente con campo da basket e tribuna da 117 posti a sedere.

A questi si aggiungano anche due campi da calcio a 5 in erba sintetica su una superficie di circa 2.200 metri quadri, una sala pesi e fitness, aree verdi e aree giochi per bambini pari a circa 2.600 metri quadri.

Con l’iniziativa di questa mattina si rende concreta la volontà di avviare un importante processo di rivalutazione dell’area che  permetterà di realizzare un’infrastruttura sportiva aperta sia alle società sportive riconosciute dal CONI che alle associazioni  impegnate nel recupero sociale dei giovani favorendo lo sviluppo della cultura dell’agonismo e la rimozione degli squilibri economico-sociali.