VALORE PAESE FARI

 

Roma, 16 settembre 2016. Questa mattina è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il bando di gara 2016 del progetto Valore Paese FARI. L’evento è stato annunciato ieri sera, presso il Circolo della Marina Militare “Caio Duilio”, dall'Amministratore Delegato di Difesa Servizi S.p.A. Fausto Recchia e dal Direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi.

 L’AD di Difesa Servizi S.p.A. nell'illustrare il progetto ha affermato che “Valorizzare, con un approccio duale, gli immobili militari non più interamente utilizzati per compiti operativi della difesa riduce i costi a carico della pubblica amministrazione e rappresenta un'occasione di sviluppo per il territorio". “Questa iniziativa – ha proseguito l’Avv. Fausto Recchia – è un’occasione per restituire beni militari alle comunità locali sottraendoli al degrado e recuperando risorse aggiuntive per pubblica amministrazione”.

Forti del successo del 2015, questa nuova edizione del progetto interessa 20 beni di proprietà dello Stato, di cui 10 della Difesa, distribuiti lungo le coste italiane. Un portafoglio immobiliare diversificato per tipologia e unicità: non solo fari, ma anche torri ed edifici costieri potranno rinascere grazie a quest’iniziativa.

Entro il 19 dicembre 2016 cittadini, associazioni e imprese potranno presentare un progetto di recupero e riuso, attraverso un’offerta libera, e partecipare così alla gara per la concessione fino ad un massimo di 50 anni di questi beni dal grande valore storico e paesaggistico. Nella valutazione delle offerte verranno considerati maggiormente gli aspetti qualitativi, per un peso complessivo del 60%, rispetto agli elementi economici che avranno invece un peso pari al 40%.

Tutte le informazioni e gli avvisi di gara saranno disponibili su www.difesaservizi.itwww.agenziademanio.it, nella sezione
dedicata accessibile direttamente dalla Home Page.