Difesa Servizi: a passo spedito verso l’ecosostenibilità

 

La società in house del ministero della Difesa inaugura uno spazio green per ricaricare le auto elettriche


Roma 1 marzo – Sono 5 le colonnine per ricaricare le auto elettriche installate presso la sede di Difesa Servizi in via Flaminia a Roma. Si tratta di colonnine ad alta potenza, di nuova generazione, autoregolabili, capaci di caricare fino a 22kW e potranno essere utilizzate dal personale della Società.

“Siamo orgogliosi di questo piccolo ma importante traguardo. Sin da quando la Società è nata ha rivolto la sua attenzione al rinnovamento energetico e all’ecosostenibilità, tanto è che il primo contratto firmato da Difesa Servizi nel 2011, lo voglio ricordare, riguardava proprio la realizzazione di impianti fotovoltaici presso diversi enti militari. Con questo ulteriore passaggio la Società, nel confermare il percorso tracciato, continua a dimostrare l’attenzione, con convinzione, verso lo sviluppo sostenibile”. È quanto ha dichiarato Luca Andreoli, Direttore Generale di Difesa Servizi nel corso del sobrio evento inaugurale svoltosi presso la sede, alla presenza del personale della Società.

I mutamenti climatici e la tutela dell’ambiente rappresentano una delle sfide più ambiziose della nostra epoca, e Difesa Servizi, in linea con la SED – Strategia Energetica della Difesa – e coerentemente con gli obiettivi strategici in tema di sviluppo sostenibile del Paese, fa la sua parte facendosi promotore di questa iniziativa, prima nel comparto Difesa a dotarsi di uno spazio dedicato alla ricarica di mezzi elettrici e prima a dotarsi di un parco auto in linea con la green mobility.

Nel 2025 le auto elettriche saranno le più richieste sul mercato e nel 2030 rappresenteranno oltre il 50% della domanda del settore. È quanto emerge dal report “La mobilità elettrica: inevitabile o no? Analisi dal punto di vista dei consumatori” realizzato Motus-E e Quintegia sui dati di uno studio condotto dalla società di consulenza inglese Element Energy su commissione della Platform for Electromobility, l’ente europeo per la promozione e facilitazione di politiche a supporto dello sviluppo della mobilità elettrica.